373
Pubblicata il 02/10/2018
piacque al sordo
la tua consistenza salata.

le foglie scolpite
da rigide estati
trasformarono gli occhi
in semplici fossili.

fermi coriandoli nel flash di una foto
tratteggiano la più sottile lontananza.
  • Attualmente 4.375/5 meriti.
4,4/5 meriti (8 voti)

incomunicabilità, distacco, silenzi e una velata malinconia sembrano affiorare in questo ennesimo stupendo componimento, che si dispiega in un unico respiro tra ricami ed evocazioni così potenti e inauditi da lasciare come "foglie scolpite da rigide estati" in una "sottile lontananza"... ora la notte non è più la stessa…

il 02/10/2018 alle 22:04
PH

estasiante...

il 02/10/2018 alle 22:06
373

ovviamente non è più la stessa.. da un po'. baci

il 02/10/2018 alle 22:17

...Non soltanto essa (la Notte) non è più la stessa... TVB (sempre) 23:48...

il 02/10/2018 alle 23:49

triste per immagini che sembrano arse, perfetta, per me...

il 03/10/2018 alle 12:01

bella piaciuta :-)

il 03/10/2018 alle 17:09

... per le occasioni in cui si vorrebbe dire - coprimi con un respiro, che d'autunno a volte la pelle s'increspa - ma l'istantanea fissa l'attimo, il resto è già passato o futuro. E si tira avanti 373, istantanea dopo istantanea.

il 03/10/2018 alle 18:33
373

grazie a tutti

il 03/10/2018 alle 19:41