Pubblicata il 26/09/2018
Decrescente
la luna
rossa
in un'aura di paglia:
ambrata perla
su tela di Prussia.

crescente
il rullìo
di battiti
(inaspettata pioggia
su labbra di gardenia).

vagheggia:

audaci lingue sul colle
che lambiscono il seno
e impudiche tra impudici sguardi
calano
umide
tra le calde gambe che fremono
d'irriverenti voglie:
la carne si fa pioggia
che arde
bagnata
lascivo ansimare
in bramosa tensione
e trattenendo irrequieta
acuto grido di piacere
e candida gioia
gode
e trema
sicura
tra le tue braccia.
  • Attualmente 4.4/5 meriti.
4,4/5 meriti (5 voti)

un erotismo garbato ed elegante… particolarmente suggestiva l'apparente antinomia della " pioggia che arde bagnata"... bravo...

il 26/09/2018 alle 17:39

affascinante mezzaluna...

il 29/09/2018 alle 15:53

Grazie mille

il 06/01/2019 alle 01:20