Pubblicata il 20/09/2018
Un arcobaleno
mi accoglie in questo mondo,
son nuovo in questo corpo
e muovermi già so.
un parcheggio è la mia culla
ostetrica fu l'Audi,
questa pioggia
bagna
vergine la pelle
vertigine di stelle
fu ritrovarmi qua
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (2 voti)

Particolare ma piaciuta

il 20/09/2018 alle 16:08

gradevole.Mi ricorda alcuni versi che scrissi molti anni fa,il titolo era simile..iniziava così:"quand'io nacqui,nella tarda primavera,c'era il sole,la cui luce più non c'era".Sono nata nel mese di maggio ed il sole,ne sono certa,era opaco.

il 20/09/2018 alle 23:20