Pubblicata il 17/09/2018
Scarpe che consumano l'asfalto.
intorno,
sbattere di tacchi su cemento,
vestiti attillati,
una sigaretta
tra indice e medio
vistosamente ornati
di smalti vistosi
e vistosi anelli.
(un neo nascosto)

lampioni come lucciole.
dalla luce di quella finestra
al secondo piano
vedo
un gioco da tavolo
un vaso rosso
vuoto,
una lampada
blu e arancio.

in quest'angolo
un'insegna bianca di piante e fiori,
lì una rossa,
concessionaria
(sfuma nel vento
ammesso e non concesso).

consola pargoli come inquisitori.
aste immobiliari,
chi se l'aggiudica?
giudica?!
dica!
giù,
un tombino
un soldatino senza una gamba.

sotto interrogatorio
dai fanali di ogni macchina
che passa e mi ignora
- o forse ammicca
acceca
sorda
ad ogni intralcio.

battono puttane
e non le ciglia.
  • Attualmente 3.83333/5 meriti.
3,8/5 meriti (6 voti)

se non fosse per quell' "ammesso e non concesso", direi ottima…, ammesso e non concesso, eh...

il 17/09/2018 alle 17:06

ci sono spunti apprezzabili.

il 17/09/2018 alle 18:03

triste e vera

il 18/09/2018 alle 06:35

un po' dark...

il 18/09/2018 alle 09:19