Pubblicata il 10/09/2018
Incommensurabili
straccioni di rime morte
in eratomachia si specchiano
in assenza di gravità di Isol(d)e
e del Peloponneso.
inestimabile intrinsecazione
del genuflettere
e del pattuibile di romanzi
afasici cre(m)ati da giovani
apatici d'att(r)ici
senza strudel.

2008
  • Attualmente 3.8/5 meriti.
3,8/5 meriti (5 voti)