Pubblicata il 12/07/2018
Vorrei dipingere di azzurro
le nubi inquiete della notte
per attendere sereno
le prime luci del mattino.

vorrei dipingere con colori chiari
il mare nero di una tempesta improvvisa
per poter illuminare l'orizzonte lontano
e rendere nitido il confine del cielo.

vorrei dipingere alberi sempreverdi
per ornare grigi sentieri aridi di pioggia
e placare le ansie all’ombra di un platano
protetto da rami di seta.

vorrei dipingere cavalli bianchi allo stato brado
che si rincorrono liberi
sopra immense spiagge deserte
e silenziose conchiglie sulla sabbia,
che danzano indifferenti
al ritmo frenetico delle onde.

ed infine

vorrei dipingere arcobaleni infiniti
che mi girano intorno come giostre di porcellana
e raggi di sole sulla tua pelle bianca
per scaldarti nel freddo inverno che verrà.
  • Attualmente 2/5 meriti.
2,0/5 meriti (1 voti)
cri

Sarebbe interessante, visto che parla di versione definitiva, conoscere anche quella che l'ha preceduta in un affascinante confronto sinottico e concettuale.

il 13/07/2018 alle 14:16

Bei versi che fanno sognare...e a me piace sognare ...visto che la realtà è deprimente..Grazie

il 13/07/2018 alle 22:45