Pubblicata il 02/07/2018
quando il nero dice ciao
al bianco del giorno
prendendo la sua macchina nera,
dicendo che si sente liberato dal posto,
che odia per lo spazio e per l'atmosfera,
il bianco l' assicura:
prendi cura
di te nell'ampio dell'appartamento
con l'aria condizionata,
con due camere da letto,
con un moderno solar-tetto,
ricordando i peccati annunziati dal nero,
augurandolo un futuro felice,
pensando, che si fosse sistemato bene,
facendo tre lavori per risparmiare dieci mila
per affittare una villa
di diventare uno del successo,
con un bagno e un cesso
ambisesso,
senza il calore notturno di 90 gradi Farenheit,
avendo protetto i suoi rights
sia alla sinistra, che alla destra,
facendosi una festa,
promettendo di invitare il bianco del giorno
una volta al suo palazzo,
sapendo, che non ci si vuole-
tutto risolto,
niente duole,
i due colori hanno buttato via
le loro ippocrisie
di essere irritati
di essere irritanti-
cosi' , fanno tanti.
si misura tutto con i topolini di euro,
le emozioni della dea Ginevra
non contano-
comincia un fu-tu-ro'
o fu-tu-re
-
sarai un efendi o un re.
Ivan Petryshyn
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (2 voti)