Pubblicata il 25/05/2018
Hai scavato
le mie profondità,
nella più semplice
e delicata
delle maniere,
hai aperto scrigni
attraverso le parole,
trasformandole in note.

mi hai raccontato
di te
attraverso la musica
ed io mi aprivo,
scendevo,
attraverso te,
nelle profondità recondite
del mio animo.

mi hai visto
debole e impacciato,
confondermi
per un appuntamento,
mi hai visto rude
e bramoso della tua carne,
della tua lingua,
del tuo essere
profondamente donna.

mi hai visto
tremante
nel confondere
tutte queste cose,
nel donarti
una parte
di me che il mio
impaccio
non sapeva darti,
mi hai visto
deciso al punto
che hai confuso
quel gesto,
lo hai odiato al punto
di lanciarmi
laggiù
nel mondo dei qualunque.

sono pronto
a pagare quel gesto
d'amore,
l'unico mio gesto
che la vita mi ha visto
fare,
abbandonando la ragione,
lasciandola dormire
da una parte nascosta.

quel gesto,
io l'ho fatto per Te.

solo per Te;
e ora non mi
resta che
ascoltare
la tua essenza
in ogni sibilo di vento
che incontrerò
nel mio cammino.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (4 voti)

bellissima , ogni virgola

il 26/05/2018 alle 06:03

Grazie mille Ginni! La poesia è sentita e mi fa piacere essere riuscito a trasmettere qualche emozione.

il 26/05/2018 alle 09:21