Pubblicata il 08/05/2018
Che dalla tua lacrima
si irradino giochi cromatici
in osmosi con fontane
che dall’acqua alimentano
i tuoi bei occhi chiusi
oh pallida mia dolce
tu che ora dormi
ignara
che di lassù
la luna rivive
nei tuoi sogni
mentre la polvere scende
solo a levigar le stelle
dalla tua lacrima
sibilo d’un risveglio
mattutino
  • Attualmente 3.4/5 meriti.
3,4/5 meriti (5 voti)

meraviglioso canto per intensità

il 10/05/2018 alle 01:07