Pubblicata il 18/04/2018
Nell' immensità della vita
nell'oblio della morte,
s'annega il pensier mio;
tutto è contorto
nella mia mente,
odio il creato,
dio è morto
nella mia anima
in questo orrido mondo.

le tenebre
violano il mio corpo
rendendo eterno il mio essere;
naufragar in cotesti
disumani pensieri
...mi è dolce...
s'incorpora in me
il genio del male,
la notte
con le sue ombre
rendon luce il mio tramonto.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)