Pubblicata il 17/04/2018
Rimirar le stelle...
il loro remoto luccichio
è conforto per la mia
errante anima.

nel passato
volgo lo sguardo,
scrutando quella scintilla
spettrale, lontana,
ma immensamente
vicina al mio
sofferente cuor .

voglia
l'eterno firmamento,
ridestar in me
l'umana gioia or persa
nelle tenebre dell'angoscia.

soffermo
il mio pensier
a tempi andati,
guardo il cielo...
ritrovo il mio fuggente trascorso,
una stella...
un granello di sabbia nell'universo;
racchiusa in essa
il mio mortal esistere..
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)