Utente eliminato
Pubblicata il 15/04/2018
Cadono uno ad uno quelli
per cui siamo stati bambini
e dopo giovani.
ormai cade l’ultima difesa
siamo già in prima linea.
mi aspettavo di più.
mi aspettavo più tempo.
più errori e consolazioni.
più domande e spiegazioni.
nessuno potrà proteggerci
nessuno ci sostituirà.
ancora un passo e ci sarà
ciò che abbiamo a lungo aspettato.
forse sarà soltanto
lampo di luce bianca
poi chiarissima evidenza.
sollievo e respiro ampio,
dilatato come il mondo.
ma pur sempre ignoto
senza nome e pauroso.
insegnateci la strada,
prendeteci per mano.
  • Attualmente 4.83333/5 meriti.
4,8/5 meriti (6 voti)

Penso che tu ti riferisca alle persone che eran grandi quando noi si era giovani, la loro sparizione è un lutto perchè magari portavano avanti ideali in cui noi abbiamo creduto....Si è una cosa che provo spesso anch'io, periodicamente, ma tu hai espresso con lucidità e drammaticamente (quel lampo di luce bianca...) il momento, il pensiero che toccherà anche a noi, e poi la sensazione del tempo troppo veloce, insomma una poesia bella, e direi anche importante per l'argomento trattato (sempre se ho capito bene...) un abbraccio

il 15/04/2018 alle 21:25

Non dobbiamo avere paura. I nostri sogni e idealii sono pali appuntiti conficcati nel cuore dei vampiri. Sono loro a dover temere non noi. Ciao

il 15/04/2018 alle 22:11

Se la morte e' vista come resurezione nessuno dovra' temerla ,eppoi i beceri non arriveranno mai fino a quel punto .un saluto

il 16/04/2018 alle 11:33

Sorte comune. Sì, li abbiamo visti cadere ma molti sono ancora in vita. E, individualmente siamo stati sempre in prima linea. Sei in ottima e grande compagnia. Che bella la preghiera finale agli dei ignoti. Che ci proteggano!

il 17/04/2018 alle 21:50

io vorrei soltanto che , quando quella "SIGNORA " arriva , mi trovasse ancora viva.... bellissima e profonda la tua poesia Gabriela.

il 22/04/2018 alle 18:17