Pubblicata il 31/03/2018
Dov’è Dio durante la passione di Gesù?
dove mentre a milioni si dissolvono nel vento
quel Dio che sembrava essergli così vicino e
che egli chiamava “Padre caro”
quello a cui in due millenni furono costruite abbazie e duomi
quel Dio che lo aveva dichiarato “Figlio amato” al battesimo
ed al quale mille e mille vite si sono consacrate
e alla trasfigurazione
e affidate nel suo senno
quel Dio per il quale Gesù aveva messo in gioco e consumato tutta la propria vita
dov’è ora?
quello nel nome del quale uomini affrontano lo stesso supplizio del figlio
lo si dimentichi,
la morte di croce è la morte del maledetto da Dio
come col napalm col sarin, con i ventri gonfi di fame
o con l'alibi dell'amore tradito
giudicato tale dalla legittima autorità religiosa di Israel,
ma è all'uomo e dall'uomo non dall'alibi di un Dio
nel contempo, è il supplizio estremo
inflitto a chi è ritenuto nocivo alla società umana.
ogni pena ogni eccidio ogni colpo di fucile esalazione d'acido
egli è veramente morto come un impostore, nell’ignominia,
per ciascuna morte d'uomo sull'uomo, è dell’uomo la colpa e la condanna
appeso tra cielo e terra perché rigettato da Dio e dagli uomini…
cerchiamo nel dio l'intercessione dall'uomo
è questa la più pesante ammissione di impotenza
non riusciamo a salvarci di noi stessi
  • Attualmente 4.57143/5 meriti.
4,6/5 meriti (7 voti)

Dalla striscia tra il kibbutz Nir-Am e la città Beit Hanun sparano, nei ristretti campi di Gaza patiscono e muoiono, sulla Spianata delle Moschee non ci sono diritti e 'a cavallo magro Dio manna mosche (dicono a Napoli). No comment.

il 31/03/2018 alle 16:22

Grazie Far Arden per le tue parole, sul mio testo che è nato dalla lettura di una omelia sulla resurrezione pubblicata da padre Enzo Bianche priore della comunità monastica di Bose, il quale sovente mi da spunti di pensiero e di meditazione ben al di la della pura osservanza e della fede, cosa questa che me lo fa apprezzare.

il 04/04/2018 alle 05:40

Mariano, il tuo no comment è già un comment. Impossibile restare immuni da preoccupazioni per quanto sta ancora oggi accadendo in Palestina, al di la di sentimenti di faziosa ineluttabilità. La storia pare accanirsi su quel fazzoletto di terra, di cui tre religioni si contendono l'anima.

il 04/04/2018 alle 05:58

Piaciuta per la profondita' di tematiche che servirebbero anni e tanto non si riuscirebbero a capire ,ma ti garantisco che uomini non necessarimente di fede potrebbero raccontare la loro esperianza con entita' di diversa caratura scritti sulla bibbia ,un saluto e sempre bravo

il 04/04/2018 alle 10:52
cri

Avere ricordato quel dramma e soprattutto la necessità che le parti di buona volontà, di ambedue i versanti, si mettano finalmente a un tavolo per discutere seriamente di questo va a suo onore.

il 30/04/2018 alle 14:56

gpaolocci, in ritardo rispondo alle tue parole, che so essere sempre attente a tematiche vicine all'uomo ed al suo inconsulto agire...Grazie

il 01/05/2018 alle 05:53

Ti ringrazio Cri, per la lettura e per le parole spese, su un tema così complesso e drammaticamente attuale.

il 01/05/2018 alle 05:56

piaciuta bravo :-)

il 10/05/2018 alle 22:04

Grazie Cangio !

il 15/05/2018 alle 05:38