Pubblicata il 21/03/2018
Ripropongo questa composizione pubblicata un po’ di tempo fa
con due versi rielaborati e corretti...il Sito non permette agli
autori di correggere gli scritti direttamente, quindi, è stato
necessario, da parte mia, riproporne la pubblicazione...gli amici Autori,
se incuriositi, vadano a rivedere la prima stesura...
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

sospeso tra sogni epossidici

traspiro l’onda manifesta

che trascina i tuoi fianchi

verso un palcoscenico dove

fluente l’eco del tuo respiro

arpeggia sui miei lombi

rutilanti piccole labbra

dissennate e audaci provocano

vibrazioni di note diapasoniche

ipnotico fisso il movimento e

si aprono corridoi polarizzati

che portano a paradisi Itachici

dove l’orma di Ulisse

fremente di trama e di ordito

sosta finalmente liberata...
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)

Una danza contemporanea ricca di richiami e contaminazioni che ne fanno una vera operetta post-moderna. La commistione tra la tela di Penelope e il passo del consorte un colpo di genio. Due figure mitiche in una unica, Un Giano bifronte tra evocazioni di un oggi che si interseca con un continuum sensuale ed, appunto, ipnotico fino alla catarsi finale. L'interpunzione legittimamente assente.

il 21/03/2018 alle 18:29

Un'odissea moderna in chiave estatico amorosa vergata magistralmente.

il 22/03/2018 alle 11:48
373

sempre grande, rom. baciii

il 22/03/2018 alle 14:37