Pubblicata il 12/03/2018
Ammiro estatico
un passaggio angusto
dentro un anima scavata
dalla vita....
figlio illegittimo
di uno scaduto pass

corro su sentieri
di orme calpestate
tra i roghi e i fumi
di foreste antiche

perfido fiore
uscito dal letargo
dentro stazioni
senza avvisi di fermata

sfrontata amazzone
tra rami di mangrovia
regina inconsapevole
sopra confini ingrati

È un riflesso ammutolito
dentro un oscuro stagno
tra voli inconsapevoli
di rapaci attenti

acida pioggia
che non bagna l'anima
nella fredda luce
che le ombre allunga

scorrono inutili e
dislessiche parole
nel buio sconsolato
di pensieri astrusi
mentre nella notte vola
una sfuocata lucciola....
sperduta
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)