Pubblicata il 11/03/2018
Varcai l'etereo,
solcai valli e monti,
attraversai stagni...
al di là dei boschi, delle nuvole, del mare..
ammirai il sole, m'inebriai dell'aria
al di là delle stellate sfere..

infinito vagare,
tu, mio spirito, in esso,
con felicità il sentier trovi,
la profonda immensità
dell'ignoto universo.

lontano,
fuggo... a purificarmi...
nell'alto cielo
bevo il divino liquido,
chiaro e lucente fuoco
puro cerchio colmo di gloria.

elevo il mio ego
verso campi sereni
una luminosa vita
un'infinito amore.

vibra il cuor mio sulla vita,
semplice, libero nel mattino
del cielo, nei felici pensieri..
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)