Pubblicata il 10/03/2018
Un giorno
vidi Nina andare via
così Bella di gonna sarong
i suoi anni brevilinei di voglie
sulla neve si spogliarono al sol prima che la
mezza luna avesse visto la sua sorte
sopra tavoli arsi
per due soldi e poco più
lei danzo’
tra sottoboschi e funghi porcini
che ansimanti chiedevano baci
Nella ruvida rugiada mattutina
si donò
in poche lacrime
nascosta tra i rami
senza sguardi silenti
ansimante di pianti
in pochi istanti
si ricompose come un pazzle
nell’età dell’innocenza
poi gli anni passarono
nina un po’ di pane
un bicchiere di vino
un lenzuolo caldo
un uomo nella mano
tra un camino e un amor da vangare
mentre
composta
ora tra le rughe cerca
l’amore mai nato
nina è la tua cattiva sorte
a giocar in quel giorno pio
mentre la mezza luna
nascosta ti vide
piano piano
andar via !!!
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)