Pubblicata il 08/03/2018
La bicicletta gemeva
nonostante l'olio Necchi
per le insidie degli Ulani
la pezzuola della Messa
e un profumo di violetta
sotterfugi per i cani
per quelli su al Pratomagno
nella sporta olio e miele
e due righe nel corpetto
il suo affanno era luce
per il Picche ed il Potente
tra i faggi con il moschetto
quando scesero dai monti
per Pierina la staffetta
c'era un ramo di mimosa

ora sono tutti nel mio Parnaso e ve ne faccio omaggio per memoria

08 marzo 2018
  • Attualmente 4.57143/5 meriti.
4,6/5 meriti (7 voti)

una storia di partigiani/e? Diversa dalle altre mi sembra, più "intimista"? Comunque piaciuta

il 09/03/2018 alle 11:41

N.d.a. Nel 1946 tre donne, Teresa Noce, Rita Montagnana, e Teresa Mattei organizzatrici della prima celebrazione italiana della giornata internazionale della donna scelsero la mimosa come fiore. Per altre informazione digitare su un motore di ricerca 'Teresa Mattei mimosa' Le persone menzionate due con il nome di battaglia, erano mio suocero Onori detto Picche, Aligi Barducci detto 'Potente' e mia suocera Pierina donna eccellente, pronta, e critica. Ora riposano tutti nella pace della memoria.

il 09/03/2018 alle 12:12

Bellissima, emozionante.

il 09/03/2018 alle 20:37

Bella e toccante

il 10/03/2018 alle 08:36

Sicuramente Potente avrà conosciuto i componenti della Squadra così detta delle "Signorine", perché al primo battesimo del fuoco nello scontro alla Madonna dei Fossi, sopra Berceto di Pomino, mio eremo estivo. La squadra era comandata da Bastiano e Gigi, insieme al Distaccamento Storai. Un ramoscello di mimosa per la Pierina, anche da parte mia.

il 10/03/2018 alle 15:14

Profondamente bella come una cartolina storica, un saluto

il 13/03/2018 alle 17:23

Eccellente, mi inchino.

il 24/03/2018 alle 17:30