Pubblicata il 08/03/2018
Beve gin e qualcosa
beve gin quando si risveglia
beve gin quando andrà a dormire
e dormirà da sola
il bicchiere vicino al letto
svegliandosi tremando
i rumori che fanno paura
l'acqua da far scorrere
questo gin da uscire e andare sotto casa
gli scaffali vuoti
lui che vuole salire
salvargli la vita
strano gin da versare nel bagno
lei da prenderla farla vomitare
e riportarla nel letto
invece di bere devi mangiare
lo dice non urla
starle accanto prenotare un treno
scrivere un'altra storia
ancora gin e basta
lei dice ancora
la trota arcobaleno è finita nell'amo
come una bottiglia vuota
vecchio gin e ricordi
dimmi che smetterai
voglio andare avanti e svuotare
una distilleria
beve gin senza salvezza
non cercarla
si brucerà il cuore
versa e dimentica
la morte si è ubriacata
e nessuno può farci niente.
  • Attualmente 4.25/5 meriti.
4,3/5 meriti (4 voti)

sei molto intenso,.....ma per me un pò difficile .....ciao

il 09/03/2018 alle 08:00

sei molto intenso,.....ma per me un pò difficile .....ciao

il 09/03/2018 alle 08:00

Grazie per l'attenzione, però Ginni devo capire perché usi l'aggettivo "difficile" in riguardo a questi versi. Mi piacebbe approfondire

il 10/03/2018 alle 16:46