Pubblicata il 08/03/2018
Mi riaffiorò l'immagine
amor mio,
lontano.. sperduto,
nell'oceano dei sensi fuggito.

spettro di tempi andati
felici attimi,
ove il cuor conobbe
il celeste sentier dell'affetto.

improvviso, irruente,
il turbine folgoro' le attese,
inerme rese l'unione
inganno, menzogna
divennero reali.

così la mente
il tempo non ripudia,
m'avvolse nel baratro
della tua falsità
e l'odio si interpose
ai nostri luminosi tramonti.

ho plasmato con l'oro
l'amore nostro,
ma tu...
non meritavi questo.

rifiutai con disgusto
anche l'ultimo saluto,
il bacio tuo amaro
l'ultimo addio.

la ragione
si è spenta in me,
perfida, blasfema...la tua voce..
falso il tuo sorriso,
ghigno d'inganni.

ritorna
nella tua terra del sole..
solo lui ora ti è compagno.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Alla fine vi è sempre la speranza di una rinascita.. grazie amico mio..

il 12/03/2018 alle 17:14