Pubblicata il 08/03/2018
Come formiche

turbolenti pensieri
in un giorno che sembra avviluppare
il ritmo consueto di un quotidiano presente.
fatica nel muovere passi
nel vortice mortale
che insedia la mente ed il cuore.
sollevi in alto lo sguardo a chieder pietà,
invochi quel Dio che ami
per una rinnovata serenità.
ma quando il dubbio si insinua sottile
diventano vane le voci accorate
che escon dal cuore.
c’è solo una Mano dorata che arriva
ad un tratto a scaldare quel gelo,
a rendere vani quei moti , quei palpiti grigi,
e scopri che tacere ha più forza e coraggio
di tante parole,
che la carità di pensieri
accarezza soave la mente ed il cuore
come manto di velluto leggiadro.
ti trovi formica operosa che spinge
la fonte di vita, con intoppi e incertezze,
ma con rinnovato vigore
e fiera consapevolezza che ha senso l ‘andare.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)