Utente eliminato
Pubblicata il 27/02/2018
Muschio d’asfalto
stampo di metallo
croci in piantagione
assorbono la terra
più compattezza
la ruggine che afferra
l’opale dell’inguine
a calibro del pasto.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (4 voti)

Mi mancavano queste immagini forti e penetranti caratteristiche tue. Credo che ognuno nello scrivere abbia le sue peculiarità.La tua è per me quella di offrire immagini che restano impresse....in particolare mi piace la chiusa.... ;)Ciao Far

il 27/02/2018 alle 21:07

...Carissimo...finalmente...mi sei mancato ...non sai con quanto piacere scrivo ...compattabilmente ermetica...; un abbraccio, rom. (Nello Zingarelli non viene riportato "compattabilmente" ma io l'ho scritto lo stesso...

il 28/02/2018 alle 18:51

Eh sì, ermetica e anche un po' morrisoniana, per questo affascina. Ciao Fabrizio

il 01/03/2018 alle 14:51
373

l'immagine della croce torna spesso nelle tue poesie. credo ci sia la necessità di punti fermi, di stabilire un contatto. il fatto che assorba la terra, mi fa pensare che oltre ad essere una sorta di certezza sulla tua mappa (l'immagino cosi!), questa sia anche una radice ormai. la radice è sia qualcosa di appunto appeso alla tua realtà profonda, quasi di nascita.. che una sorta di appiglio da cui dipendere. anche senza volerelo questa croce rimane, nonostante il tempo e le relative conseguenze. benché il titolo rimandi al passato, mi pare di cogliere un profondo slancio in avanti.

il 02/03/2018 alle 13:33