Pubblicata il 10/02/2018
Notte,
trascorsa tra infuocate rotaie,
verso mete, dove,
un tempo
il cuor mio
pace trovava..

brucianti ricordi, lontani..
impazziti lampi
nella mia mente,
eterei, indelebili fuochi,
che
lentamente
mi divorano,
facile preda
che pace più non trova...
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

piacevole lettura....Gabriela

il 10/02/2018 alle 19:34

io direbbe ch'è sarebbe peccato dirla peosia. come tutte le tue altre. con buona pace, e, non incazzossii per favore.

il 10/02/2018 alle 22:31

Non serve Algor.Lungi dall'esserlo, non è il mio fine.. il mio scritto è una descrizione dell'anima, di quel che provo o può provare l:essere umano.. chi non capisce.. così sia.. thanks

il 13/02/2018 alle 01:22