Pubblicata il 06/02/2018
Amo le tue occhiaie
che scendono veloci
gocce sante di dolori mai digeriti
sacche di materia granulosa
ricche di ricordi, di vita

amo quando cammini
attenta a non cadere
ti guardi intorno stupita sempre
diffidente e curiosa
come una bimba
usi i colori come una barriera
un messaggio

amo il mio sentirmi solo
con te
complice mai
mi guardi come fossi un matto
o un Dio
la tua risata chissà da dove viene
maldestro io
se ti sfioro troppo forte
  • Attualmente 4.8/5 meriti.
4,8/5 meriti (5 voti)

Davvero coinvolgente.! Un caro saluto! Ax

il 06/02/2018 alle 17:16

grazie ax! un salutone caro anche a te

il 06/02/2018 alle 22:05

Bellissimi versi Arturo

il 08/02/2018 alle 11:21

gentilissima Anna, grazie

il 08/02/2018 alle 13:07