Pubblicata il 22/01/2018
Il vento,gregge di respiri
che da tempo evasero dai denti,
incendia, raffredda
alimenta, sottrae
sporca, pulisce
carezza, scompiglia
pettina campagne
fa ballare alberi,
un nulla invisibile
presta a ogni cosa la voce
fiato d'organo
suona nei vicoli
arruola lamenti,li occulta
strozza urla al dolore
attenua adii
incatena amori
bussa a porte e finestre
illude indomite attese
avverte prede e predatori
in una partita ove a volte
si schiera alla fine
-Vento,vela dei pensieri
li porta lontano
e spesso impetuoso
li frantuma agli scogli
-E' un postino di lacrime
e il cuore un mittente,
a volte arriva in ritardo
al destinatario già morto
----------------------------------
da:Destini E Presagi
www.santhers.com
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (3 voti)