Pubblicata il 12/01/2018
Scurrile sembianza di un’epoca triste
sentir predicare l’infame supplente
con frasi disgiunte e mai realiste
rivolte con spregio e tono suadente.

forzare lo schema senza porre questione
arguto il discorso è un tuo talismano
lo scritto nefasto ha solo ragione
nell’esser citato con far disumano.

ascoltare non serve per farsi cagione
silenti parole non danno a sapere
l’udito imperfetto è soltanto magione
di ciò che sarebbe il cercar di vedere.

poi da boiardo in pectore aizzi
le frange cadenti della grande legione
senza capire che dai suoi tanti vizi
lo stesso mordente non ha più una ragione.

il pallore ti avvolge e la tinta è svanita
l’arcaica lesione non è saturata
la garza disposta non da certo la vita
al tuo seminare di lingua stuprata.

se fosse un orgasmo di vita vissuta
avremmo capito lo stento dovuto
e il pane azzimo nel telo di iuta
mangiato ad oltranza di certo voluto.

ma come sai la croce è a Roma
sul cupolone si erge sovrana
ti ha posto il veto mettendo la soma
togliendo la vita e l’ipocrita grana.

il cocchio servile a sesterzi rubato
con la corte regnante a presepe disposta
l’attrito del volgo non ti ha osannato
ti verga a presente il color della posta.

e ora che pure il sionista padrone
ti pone il quesito dell’essere infame
provi a cercare se nel cupolone
la grazia richiesta ti porga le brame.

ora il misfatto fa parte del gioco
da morto che parla non sei stato solerte
ragazzo d’Etruria si è spento il tuo fuoco
coperto e nascosto da menti deserte.
  • Attualmente 3.625/5 meriti.
3,6/5 meriti (8 voti)

Peggio sarebbe se il morto sparlasse!!! :)

il 12/01/2018 alle 14:55

C'è' un intreccio di rimandi in queste melodiche quartine a rime alternate. Vi sono molti richiami ma, onestamente, non riesco a decifrarli. Ho letto e riletto ma la trama mi è rimasta oscura. E mi ha turbato quel ragazzo d'Etruria. Potrei conoscere i piani di questa bella costruzione magari con una breve parafrasi?

il 12/01/2018 alle 21:33

E' semplicemente il percorso che tutti noi abbiamo subito con la sciagurata apparizione del tuo conterraneo, carissimo Mariano, Credo anzi, che tu abbia capito perfettamente di chi stessi parlando e l'argomento trattato, Non ho comunque l'ardire di convincere te o qualsiasi altra persona con le mie quartine in rima o rima saltata. E' solo il mio convincimento e tale resta, come potrai capire non amo gli ipocriti, ne parlo spesso e neppure tanto velatamente.

il 13/01/2018 alle 14:23

Ora è tutto più chiaro. Proprio sinceramente non lo avevo compreso. Non solo è conterraneo ma, guarda caso, abito vicino a dove è nato e dove anche il genitore 'impera'. Non dico altro per non sfiorare i limiti dell'ingiuria.

il 13/01/2018 alle 16:47

Molti defunti parlano oggi e non sempre bene del prossimo! Forse proprio perchè non lo hanno mai amato il prossimo. Ottima omposizione.

il 22/03/2018 alle 17:44

piaciuta :-)

il 27/03/2018 alle 11:50