Pubblicata il 01/01/2018
ho attraversato la notte della speranza
a piedi nudi e ho sentito
tutte le spine che mi hanno ferita
e i petali di rosa che mi hanno curata.
l ' ho attraversata sulle ali dei sogni
che non ricordo, trasportata da nuvole
parlanti e lievi brezze
che cantavano le mie canzoni.
ho attraversato la notte della speranza
con le braccia aperte per raccogliere
quel che mi sarà dato avere,
per quel che potrò abbracciare.
ho attraversato la notte della speranza
con gli occhi chiusi,
per sentire meglio, per farmi sentire
anche se non parlo.
abbracciami nella notte della speranza
e spererò più forte... E spererò di più.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)

...Un ritorno notevole della Poetessa che riesce a farsi sentire anche se non parla...i suoi versi non solo parlano ma urlano tutte le meraviglie che sono nascoste in qjuesto strano pianeta e che rimangono celate ai più, cioè a coloro che non pensano...Atena, i tuoi versi gettano luce e illuminano il sentiero nella notte della speranza e la brezza che canta le tue canzoni ci accompagnerà fino ad incontrare i tuoi sogni che non ricordi più...allora ci guarderemo e i nostri occhi parleranno di un mondo migliore...; un abbraccio alla Poetessa.

il 01/01/2018 alle 18:50

I sogni,spesso metafore della realtà, scompaiono ma recano messaggi arcani che possono regalare dolci speranze. Uno si è realizzato...il tuo atteso rientro nel sito. Cari saluti.

il 03/01/2018 alle 11:34

Grazie caro Rom, ti ringrazio e ti invio il mio affettuoso abbraccio, Patty

il 09/01/2018 alle 08:14

Grazie Decio, sono onorata grazie alla stima che nutro nei tuoi confronti. Patty

il 09/01/2018 alle 08:16

Megiche e profonde parole cariche di vita, un saluto e sempre in gamba

il 09/01/2018 alle 10:51

Grazie Paolo! Felice di ritrovarti, ti auguro un anno sereno, Patty

il 09/01/2018 alle 11:48