La ragazza e Tolstoj

La ragazza e Tolstoj
4,0/5 meriti (5 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 3 di Dicembre del 2017

Nei tuoi versi quella affabulazione, la capacità di vedere nei gesti minimi che compongono il vissuto di ognuno, dal di dentro di una tua testimonianza che ne marca oggettività e soggettività, in un connubio di dentro e fuori...

il 04/12/2017 alle 06:19

bravo :-)

il 04/12/2017 alle 08:21

Interessante la tesi dell'oggettività-soggettività. Molto spesso tutto nasce da una semplice osservazione. Piccola. Semplice. Necessaria. Grazie

il 08/12/2017 alle 15:35
L'autobus delle otto
attraversa la città
l'ultimo posto,quello accanto al finestrino
è occupato da una ragazza
intenta a leggere Sonata a Kreutzer
mentre scorre il libro
la ragazza sorride, guarda fuori
è un mattino di novembre
chissà a che punto sarà il suo eroe
in quale pagina si soffermerà
a riflettere sul corso delle cose
passata l'ennesima curva
la ragazza chiude il libro e si alza
l'autobus si ferma
la ragazza scende
tolstoj è dietro di lei.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (5 voti)