Un'orma

Un'orma
4,5/5 meriti (2 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 10 di Novembre del 2017

Ben ritrovato, Decio, in questi versi, originali per come hai usato il tempo dei verbi, a stabilire diversi piani temporali, in un continuus il quale vivifica un ricordo che se è tangibilmente raffigurato da un'orma fossile, è vivificato dalle parole di un libro ,e sancito da un'immagine. dagherrotipo di un ricordo lancinante. Bello rileggerti.

il 11/11/2017 alle 06:13

Grazie, Sergio. Apprezzo la tua onestà di pensiero fuori dagli impedimenti dell'indifferenza. Buona domenica.

il 12/11/2017 alle 13:31

Ogni tanto ci si rilegge e come sempre la tua originalita' traspira tra le tue righe,un saluto

il 14/11/2017 alle 15:23

Molte grazie,Paolo. Attento e sincero. Ciao.

il 16/11/2017 alle 16:09
Del tempo che ti dedicai
resta un'orma sagomata
la pianta e il tallone
impressi nel fango.
non rabbuiarti
come cielo che incerto
non sa se piangere
o mantenere il malumore...
credi al conforto delle parole
che leggesti in un libro d'amore
bacia la mia immagine ridente
appesa al candore della pelle
serra il mio amore senza fiato
tra le lacrime delle ciglia.
del tempo resta un'orma
dura e rigida come fossile.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)