Pubblicata il 28/10/2017
Non chiamarmi vate;
non mi circondo
di immensa ispirazione.
non appellarmi veggente:
non leggo il futuro
in una palla di vetro;
chiamami buffone;
ridicolo saltimbanco,
ora triste,
ora allegro e mattacchione
inseguo il grande sonetto
e mi faccio lo sgambetto
ma chi sono veramente?
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)

Istrionica, ben riuscita!

il 28/10/2017 alle 19:46

grazie axel a buon rendere

il 29/10/2017 alle 19:00