Pubblicata il 22/10/2017
Il rumore del mare copre le grida
dei miei silenzi
salgono dalla palude dei ricordi
dove lei è discesa leggera
lasciandomi la sua ombra delicata
come il suo sorriso
lo schiaffo dell’ onda si abbatte
sulla rena dove ho scritto il suo nome
l’ ultima risacca accarezza
i miei pensieri che urlano
verso le stelle

nessuna eco
placa la mia anima...
  • Attualmente 4.42857/5 meriti.
4,4/5 meriti (7 voti)
373

È talmente intensa.. Che percorre i miei brividi mentre la leggo

il 22/10/2017 alle 22:52

Ciao Rom...eh mi ci ritrovo molto in questa tua.... bella....;)

il 23/10/2017 alle 20:02

Descrizione acuta sullo smarrimento della perdita Sì, in quel silenzio ci sono più grida di quante ne puoi urlare

il 24/10/2017 alle 18:11

Caro Rom, leggerti è sempre emozionante e udire il tuo strazio ancora così vivo mi rammarica... Ti abbraccio sempre nei miei pensieri. Patty

il 24/10/2017 alle 19:58

Ho letto questa poesia tante volte,ogni volta mi emoziono e penso al tuo dolore.Un forte abbraccio!

il 10/09/2018 alle 19:12