Utente eliminato
Pubblicata il 14/10/2017
M'aggiro senza meta
tra sentenze e schiamazzi
nel sottosuolo intossicato,
nel labirinto di specchi,
nella penisola che non c'è,
nella metropoli babele,
nei boschi incorrotti,
nei connubi di respiri

L'anagramma
della musica
è visibilio precursore
di prestigiosa quiete
quando il peso
dello sgomento
grava sulle orbite
della disillusione
e sono distanti
dal cuore dilaniato
le speranze occulte,
i fuochi ribelli

La mia memoria
è nelle foglie morte
spazzate dal vento freddo
che mulina l'infelicità
d'un autunno pieno di vita
che rientra in me
come un patetico schema,
eppure l'orlo dell'insonnia
ha un fascino immutabile
nel rifiuto del suicidio
  • Attualmente 4.375/5 meriti.
4,4/5 meriti (8 voti)
373

ne abbiamo parlato tanto, cos'altro dire... ammiro moltissimo l'intimità che ti caratterizza sempre di più nelle poesie. è notevole, davvero. un bacione

il 14/10/2017 alle 11:21

tutto rientra come monotono schema finché avremo piedi poggiati su questa terra... solo dopo, lo scontato ci apparirà come un miracolo...

il 14/10/2017 alle 15:15

...Caro Riccardo, i tuoi refoli sono passati accarezzando i miei occhi che nel frammento si sono un po' inumiditi...non so come ma mi è venuto prepotente in mente questo brano di cui ti mando il link...probabilmente non sarà risolutivo ma la grandezza della musica non è discutibile...; un abbraccio. https://www.youtube.com/watch?v=o9m8WKQIt-c

il 14/10/2017 alle 17:03

È vero Ric,la tua poesia diventa sempre più intima e profonda,come mettersi nudi davanti ad uno specchio ...ed emergono bellissime fragilità... :)

il 14/10/2017 alle 17:23

immagini molto ben incise nei tuoi versi dal ritmo breve e spezzato come le emozioni... Bella!

il 14/10/2017 alle 19:27

Hei, birbone, perché non sei poeta? Così mi avevi mi avevi detto in un messaggio settembrino. E questa lista di visioni cos'è? Piaciuta molto e, guardandomi nel tuo sguardo, ho trovato anche cose mie.

il 18/10/2017 alle 21:31

Ho apprezzato lo strisciante finale.Si sono maggior intimisti i tuoi scritti,sembra quasi un ripercorrere la vita,un tirare le somme.Ciao Riccardo

il 03/11/2017 alle 00:20

Mi piace moltissimo, soprattutto perché descrivi e non teorizzi solamente l'intimità di molti scritti presenti. Complimenti

il 20/12/2017 alle 15:23