Pubblicata il 24/09/2017
Ti guarda,
lo guardi.
attimi al ritmo di una luna rugiadosa;
fiammelle di gioie e passioni
interconnesse e
paurosamente spavalde.

ritratteranno con la ragione
il dì seguente
e tu saetta del vento,
accetterai col sorriso
quel che non credevi possibile.

quegli occhi e quei gesti furono sinceri e leali.
lo sai...
ma non puoi rovesciare le cicatrici altrui.

anche tu tutelasti un giorno ciò che temevi e ferendo a tua volta;
risorgesse,
ciò per cui hai sofferto.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)