Pubblicata il 23/09/2017
Tu che dalle lacrime non cogli il sale
annebbi la vista al calare del sole.
E dall'asso al sasso è passato un passo:
alla culla del fiume riposi, per sempre, pazzo,
mai più, calmo.

.A.G.
  • Attualmente 4.57143/5 meriti.
4,6/5 meriti (7 voti)
373

andrea, era tanto che non ti leggevo... ma che bellezze scrivi.. le tue poesie hanno un mantello. scrivi sempre, ti prego. un bacione

il 23/09/2017 alle 10:53

...Carissimo Andrea, è bello rivederti...ti ricordi quando ti chiedevo se stessi sperimentando ? In effetti anche con la "Compagnia Estiva" la sperimentazione srotolava imponente la propria maestosità...comunque dall' asso al sasso è passato un passo...un niente, questa è la vita...un niente...; a risentirci, Andrea...spero che i corvi ti siano sempre amici, come lo sono per me...

il 24/09/2017 alle 16:01

Ciao ^^ in verità in questo periodo sono poco ispirato, dal punto di vista della scrittura poetica...e mi sento anche emotivamente bloccato. La mia poca presenza e lontananza dipendono in buona parte da questo, oltre agli impegni. Grazie però per la vostra presenza, mi scuso se sono così poco vicino ...un abbraccio a voi

il 09/10/2017 alle 23:25