Pubblicata il 18/09/2017
Dorme oltre il crinale,
è d’ampiezza senza volto
e occhi rotondi come monete;
sta accovacciato
infreddolito e sporco quanto solo.
dorme per terra,
ha coperte fatte di carta
e inchiostro come disegni;
sta rannicchiato
emarginato e solo quanto dimenticato.
gira le pagine della vita;
quanti petali di calendario,
quanti amori e bicchieri di vino,
sputi e bestemmie tra le rughe in fronte
mentre legge il giornale di ieri.
in mezzo alle pagine ingiallite
la foto di un premio Nobel
e centinaia di necrologi.
  • Attualmente 4.2/5 meriti.
4,2/5 meriti (5 voti)
373

non chiedermi perché (cioè, il perché lo so..) il primo flash che ho avuto è stato il romanzo della mazzantini, zorro. non male, non male

il 18/09/2017 alle 15:46