Pubblicata il 14/09/2017
(Čumil, il Curioso é una statua che esce da un tombino nel centro di Bratislava - Slovacchia)

nel cuore di Bratislava porgo sorrisi e dispenso buonumore,
a chi passa per un attimo, a chi si ferma per delle ore,
a chi come me, ci ha trovato l´amore.

a chi mi porta in foto – ricordo, in paesi sconosciuti e lontani,
e non sa del rimpianto del suo viso, dei suoi occhi, delle sue mani.

del mio amore, perso nel freddo vento, che narra le storie
e i costumi delle genti dell´est, i loro drammi, le loro tragedie.

passano e ripassano volti strani, occhi di tanti colori,
e sorrisi che non leniscono le ferite di cosí tanti dolori.

ma io, nel cuore di Bratislava, porgo sorrisi e dispenso buonumore,
a chi passa per un attimo, a chi si ferma per delle ore,
a chi, come me, ce lo ha portato il cuore.

ma se Lei, per un istante di magia, di qua potesse passare,
con le sue mani dalla strada mi potrebbe, certo, sollevare,

e verso gli Alti Monti Tatra, insieme, potremmo volare,
oppure sul placido Danubio, sino al Mar Nero, navigare.

racconterei la felicità di Čumil il Curioso, da sempre innamorato
di arte, di musica di poesia, nella sua vita di uomo stralunato.

ma io, nel cuore di Bratislava, porgo sorrisi e dispenso buonumore,
a chi passa per un attimo, a chi si ferma per delle ore,
a chi, come me, ci ha vissuto per amore.

il Castello di Cerveny Kamen, per Lei rivive la sua gloria,
la magia che ritorna nel suo passato, dalla sua memoria,

e si trasforma nel presente di un desiderio ormai appagato,
nel mantenimento di un giuramento finalmente onorato.

fra ali di gente, che saluta e sorride al nostro passaggio,
noi brindiamo alla gioia, al futuro di pace del suo messaggio.

ma io, nel cuore di Bratislava, porgo sorrisi e dispenso buonumore,
a chi passa per un attimo e a chi si ferma per delle ore,
a chi come me, ci ha lasciato per sempre il cuore.

come lupi liberi e felici, corriamo fra i boschi in cerca di fortuna,
mentre così vola via la nostra prima notte, al chiaro della Luna.

ma il tempo, con la sua magia astrale, ci porta qui vicino,
nel centro della città, la strada Laurinska, ad un suo tombino:

bratislava, da cantori e da poeti osannata, da pittori decorata,
da scultori immortalata, ai fratelli slavi da sempre incoronata.

e io, nel cuore di Bratislava, porgo sorrisi e dispenso buonumore,
a chi passa per un attimo, a chi si ferma per delle ore,
a chi, come me, le ha donato per sempre il cuore.

Marlav16
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)

La musica ricorda vagamente un Valzer di Straus o molto piu´ bonariamente Buonanotte Fiorellino, di De Gregori, sperando che non si offendano ne l´uno ne l´altro...

il 15/09/2017 alle 08:50