Silenzio

Silenzio
3,8/5 meriti (4 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Sabato, 19 di Agosto del 2017

Stupende considerazioni frutto di un equilibrio mentale certamente positivo!

il 19/08/2017 alle 14:43

Grazie Sir Morris, stima ricambiata!

il 19/08/2017 alle 15:03

icastica e apprezzata

il 22/08/2017 alle 19:48

Grazie Franc

il 22/08/2017 alle 21:23
Silenzio

silenzio pesante, incessante,
silenzio senza tregua,
complice una notte infinita
che prolunga il non senso,
l´inizio del suono della voce e della sua eco perduta,
la vita delle parole impensate, prende forma ribelle,

e pensieri nuovi si materializzano a dispetto della mente,
qualcosa che sfugge al silenzio,
al suo abituale controllo,
emerge qualcosa d´insofferente,
rabbia che urla, che lacera,
sprofonda nelle ferite del cuore,
troppo a lungo in silenzio,

stanco e deluso da una lotta da tempo,
non piu´solo sua,con il silenzio,
senza parole e senza sorrisi da regalare,
senza amori da cercare, e troppi soprusi da ricordare,
cerchi intorno, invano, cerchi lontano, le voci perdute,

come cerchi di pietre cadute
nello stagno del tuo silenzio,
oltre il te stesso passato, oltre il furore e la nostalgia,
oltre il senso del tuo dolore, del tuo ingenuo stupore,
per dimenticare quello che saresti stato
in una vita futura,

con altre parole per confondere quel tuo senso di tristezza, e di atavica impotenza, complice il silenzio di chi ancora tace
su chi non ha mai smesso di ferire,
di infierire, vigliaccamente,
contro i richiami del Potere,
sempre piu´silenziosi e feroci,

che dilaniano la pelle e le ossa,
ormai logore e consumate,
in una feroce impari lotta, con la menzogna e il sopruso,
e crimini di violenza inaudita, comunemente accettati,
girandola di parole inutili,
vomitata da mostri senza occhi,

ma con cravatte, minacciosamente
troppo strette al collo,
il plagio della mente non conosce tregua,
non deve, non puo´,
tu, arrenditi ora, arrenditi subito,
impone benevolo il Potere,
avrai belle parole, Poeta,
per stupire, nel tuo eloquio forbito,
mentre pochi miserabili che si arricchiscono con il dolore e la guerra
nell´assordante silenzio fattosi incombente nei volti della gente,
sull´agonia di chi perisce fra le bombe,
la miseria e le macerie,
sai, fa piu´ rumore, una foglia che cade da un ramo in inverno,

che milioni di persone private di tutto,
della casa e della vita,
tu cerchi il modo di sfuggire al veleno della sua seduzione,
col decoro, che ti impone il quieto vivere,
in un mare di violenza,
e che importa se ormai, giorno per giorno,
sei morto dentro,

in silenzio!

Marlav17
  • Attualmente 3.75/5 meriti.
3,8/5 meriti (4 voti)