Pubblicata il 12/08/2017
Coccole ed effusioni
non imprimon tracce
in chi non vuol amore.
corpi segregati
in compartimenti stagni.
abbracci che non riscaldano,
echi di parole accattivanti
le mie chiuse orecchie
non intendono.
una lettera sgualcita
chissa da chi
e da dove spedita,
contiene parole di amicizia.
ma non posso tollerarle.
occhi che parlano
senza favella;
mi urlano comprensione;
supplicano pietà;
il cuore è un sasso;
la mente ottusa;
l'anima dannata.
il seme della noncuranza
germoglia
in una strada sterrata.
e insieme a tanti semi
biondeggia insieme alle messi.
la gramigna è sua compagna.
e insieme andranno incontro
a eterna morte.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

metafore ben riuscite, un dipinto in bianco e nero dello squallore umano

il 12/08/2017 alle 18:17

Molto appropriata per la vicinanza!

il 12/08/2017 alle 22:31