Pubblicata il 03/07/2017
Perché hai occhi che alzi distrattamente:
scandagliano e spogliano nell'estate che batte.
Nudo prima ancora di esistere mi prendi in luoghi d'ombra; la luce
è tutta distesa e aspetta, aspetta l'oscuro affondo di labbra.
Un bacio sopito, risvegliato da un bacio,
il sorriso che sfugge e la carezza nel vuoto:
il corvo dell'ignoto sospeso, dell'ignoto inconscio,
che vola e si alza e libera
fin dentro una nube di bianco giorno
nella gioia di un resprio, di un nome, un sussurro,
un richiamo d'amore.

.A.G.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (1 voti)
373

come se dicessi che aspetti quella che sai già sarà (scusa il gioco di parole) una invasione. ma una invasione bella, anche pericolosa. come lo è l'amore d'altra parte. mi piace, ma più di tutto mi rende felice leggerti di nuovo. un bacio

il 03/07/2017 alle 19:30

...Ti ricordi, Andrea ?...Calano lenti i corvi...; ben tornato, scrivimi. Un abbraccio, rom.

il 03/07/2017 alle 21:11

Sottotono, ma, ti riprenderai presto!

il 03/07/2017 alle 22:38