Utente eliminato
Pubblicata il 02/06/2017
all’improvviso sciami di tormenti avvolsero la lingua
al grido forsennato: abbasso la regina
e l’allertato boia ne trasse giovamento
decapitò fulmineo la ragione, come se fosse testa da tagliare.

non ci fu nella piazza la puzza della lama, nessun fetore in fondo
lasciava trapelare
ancora nefandezze da scolare sui sentieri dell’anima

ma la notte impietosa a picco si distese sulle cose
per nascondere il cuore tra le ombre

e nessuno s’accorse dell’evento
tranne la mezzaluna inorridita.
  • Attualmente 4.6/5 meriti.
4,6/5 meriti (5 voti)

Una ragione in meno per vivere! Molto bella!

il 02/06/2017 alle 10:32

Mi piace....molto dark :)

il 02/06/2017 alle 11:39
373

mi ricordi un po' me... mmm :)

il 08/06/2017 alle 09:09

ciao strambina. sei in forma, mi pare. mi scrivi?

il 10/06/2017 alle 23:14

E' così. Spesso la mano non è condotta dove vorrebbe lo spirito ma molti spiriti conducono la mano. Ogni giorno sulle piazze del nostro geoide. Però, in confidenza, vi sono delle regine che non sono la ragione. Notevole nella sua possanza e nel trascinamento che ne consegue

il 18/02/2018 alle 18:48