Pubblicata il 16/05/2017
vivo negli abissi del mare
ma sempre ogni giorno
affioro tra le onde e vedo
tristezza infinita
attorno a me...
naufraghi di imbarcazioni
clandestine,
animali morti ,speranze
calpestate di cuori in viaggio....
allora mi rifugio tra scogli
e con i miei amici gabbiani
rivolgo una preghiera
al cielo, affinché il mio mare
torni ad essere amato e non temuto,
che tra i suoi flussi torni la pace ....
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (3 voti)

Hai estrapolato con classe e garbo una situazione che (scusa il gioco di parole) sta andando sempre più alla deriva! Brava, Ginni!

il 16/05/2017 alle 15:06