Pubblicata il 19/04/2017
Inquieta cercasti il tuo riflesso
in mille laghi, in mille mari, persino negli oceani.
vagasti con lo zaino in spalla,
come una lumaca dal rifugio in groppa
in cerca della propria casa, del riparo
che sempre c era anche se non venne mai usato.
non ti accontentasti del già dato,
l infinito ti muoveva e ti spronava,
l orizzonte ti attraeva,
cosí lasciasti il mondo per trovar la vita.
tu crescesti, maturasti e diventasti donna
dalle spalle larghe e dalla testa fine,
donna bella come un fiore,
donna vera come il sole.
eppure poi capisti il sacrificio del cammino
che facesti, mentre gli altri si vedevano;
il sacrificio di diventare donna
che vede quel che c era
ma che non puó tornare indietro
e deve continuare il viaggio
che ha scelto d intraprendere.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)

bella TUTTA, l'unico limite è in noi

il 19/04/2017 alle 11:18

Bella

il 19/11/2017 alle 15:31