Pubblicata il 14/04/2017
è che:
più mi ritraggo in curvature assurde
e più mi spacco il cuore in mille pezzi.

e la noia sbollenta nelle arterie
in circolo vizioso irrefrenabile

e, suicida, al tempo s’abbandona.
  • Attualmente 3.71429/5 meriti.
3,7/5 meriti (7 voti)

Testo intenso nonostante l'apatia esistenziale, ti abbraccio

il 14/04/2017 alle 18:18

ciao hulgor

il 15/04/2017 alle 00:03

... e già, Steve. anch'io Ti abbraccio. ciao

il 15/04/2017 alle 11:53

Ultor, Ultor, Ultor, Ultor, Ultor, Ultor, Ultor. 7 volte. e sabota, sabota quanto ti pare. ciao. .

il 15/04/2017 alle 11:57

... ne sai qualcosa, Anna, pardon Bandini, vero?.... ----*a*---

il 15/04/2017 alle 11:59

Forse misteriosi terrori ancestrali che credono di governare il destino, ma si sbagliano, ne sono certo. Graditissima.

il 13/05/2017 alle 17:20

Divertenti i commenti, questi apprezzabili per fantasia.

il 12/04/2018 alle 14:12