Pubblicata il 07/03/2017
Al sol levar le spighe sacrifico
che di grano in grano da il color
cenere dal biondo cenere
polvere dal grigio polvere
tu primavera sei
che Anticipi l'ebbro
che di ricchezza in ricchezza offri
un sorriso soffocato
un pianto allontanato
e mai mai più
sarai e sarò
fedele e felice
d'essere infinita tristezza
nel veder primizia
al tuo amato apparir
primula prima Venere
del mio dolce e amaro
oblio
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)

piaciuta :-)

il 08/03/2017 alle 09:10

Grazie cangio un abbraccio

il 09/03/2017 alle 16:04