Pubblicata il 21/02/2017
Mio povero triste Re,
indifeso di fronte a me,
non puoi più giocare,
morire o andare.
cosa vuoi fare?

odiarmi non puoi,
amarmi non sai,
convenzioni antiche che hai.
È stata pura abilità,
suadente vitalità.

ma l’abitudine si sa,
cattura la volontà,
cedendo solo scacchi di velleità.
gioco profondo, gioco complesso,
della mente l’amplesso.

la partita si interrompe qui,
inevitabilmente ti lascio andare.
imparerai a giocare,
imparerai ad amare.
  • Attualmente 4.4/5 meriti.
4,4/5 meriti (5 voti)

Wow.... complimentoni!!!!!!! veramente bella!!!!!!!!! veramente veramente bella

il 22/03/2017 alle 12:10

"...... ma l’abitudine si sa, cattura la volontà, ....." complimenti !!!! piaciutissima

il 22/03/2017 alle 12:11

Grazieeeeeee :)

il 28/05/2018 alle 14:27

Tra le più belle che abbia letto qui

il 05/01/2019 alle 16:47

Grazie di cuore

il 12/01/2019 alle 12:53