Pubblicata il 03/02/2017
Se l'Arcobaleno Colpisce alla Nuca

nemmeno il tempo
di accordare il cuore
a "All You Need is Love"
e già la cenere
cosparge di grigio
i pallidi tramonti.
l'entropia è una musa costante.

i graffiti di una lacrima
hanno mille sapori d'addio,
piove sempre sul bagnato.

sopravvive solo
il profumo di una rosa,
nelle pagine usate
dal mosaico della vita.
le parole, sciolte come neve,
perdono l'identità dei nomi,
diventano cerchi nell'acqua,
per poi svanire.
  • Attualmente 4.83333/5 meriti.
4,8/5 meriti (6 voti)

Il titolo è già bellissimo...Il resto di più...Ciao Ax :)

il 04/02/2017 alle 16:09

Grazie Sabry per le tue parole! Ciao!

il 04/02/2017 alle 17:13

...per poi svanire. E' la catarsi...spasmodiche emozioni...; un abbraccio, rom.

il 04/02/2017 alle 20:25

Grazie Rom, buona serata!

il 04/02/2017 alle 20:34

Non c’è dolore più grande che ricordarsi del tempo felice nella povertà.dice Francesca nell’Inferno di Dante , così come quando l’”Arcobaleno colpisce alla nuca” e davanti non c’è che tempesta e cielo nero. Dopo una tempesta che tutto travolge, non restano che “cerchi sull’acqua”, evanescenti e spumosi …il passato è una lama a doppio taglio, ferisce due volte ,perché dà la cognizione e la conoscenza dell’arcobaleno e assieme la coscienza che esso non torna . È di una tristezza che si sente tutta ed è bellissima , molto condivisa. Ti abbraccio, Eos.

il 05/02/2017 alle 14:45

Grazie Eos per i tuoi commenti sempre profondi e centrati! Un abbraccio!

il 05/02/2017 alle 23:58