Pubblicata il 14/12/2016
Io vado oltre il muro
io vado oltre
non c'è cemento che regga
non c'è divieto che uno legga
non si possono alzare barriere
non ci sono coscienze
che ne possono essere fiere
io vado oltre ilmuro
io lo scavalco di sicuro
non si possono chiudere gli occhi
lavarsene le mani
e aspettare come nulla fosse il domani
non c'è barriera che temga
non c'è muro che sostenga
non c'è coscienza
accampamenti improvvisati
circondati da fossati
sorvegliati da soldati
io vado oltre il muro
io sxcappo da tutto questo schifo di sicuro
filo spinati abbaglianti luccicanti
sono stesi da soldati
accompagnati da felici canti
filo spinati arrossati dal sangue
sono scavalcati da povera gente
accompagnati da pianti
io vado oltre il muro
cado mi rialzo
e fuggo via con passo sicuro
voglio andare oltre questa lurida coltre
voglio fuggire all'aria aperta
e non finire sotto una coperta.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)