Pubblicata il 29/11/2016
Donna, madre e figlia di deserti
nascosta da severe vesti
guardi la vita da un claustro spiraglio
sicura hai protetto l’animo e il corpo
dalle altrui brame, lasciando ai venti
le fantasie del cuore.
spire di sabbia hanno inaridito gli occhi
aspre pietre modellato il profilo di sfinge
e nel mistero d’una genesi antica
vivi una guerra atavica, dove l’ultimo dei giusti
rimane confuso, smarrito fra la tua tanta gente.

mirella Narducci
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)