Pubblicata il 03/11/2016
Che tanto si sa,
Amsterdam è nostra ,
ti crogiolavi fotografandomi il profilo
quando mi affacciavo sull'Amstel.
Sono stati nostri anche gli scorci pittoreschi
e i vicoli immortalati.
E' nostro quel viaggio.
Ti ricordi di Capri?
Della costiera perlustrata con dolce minuziosità?
è nostro ogni arcipelago
e anche le briciole della pastiera
durante l'ora della merenda.
Che poi tra tutto è stata carina
pure la Norvegia,
Il nord lo vedo nostro,
ma è decisamente nostro anche un po' il sud
perchè se penso al canale di Suez,
all'Amazzonia,alle giraffe,alla Sicilia,
al Souk,al sole e al Sahara ,
mi viene da ridere e mi appropierei dei deserti.
Ti ricordi della tua graziella turchese?
l'hai condivisa con ogni tua conquista,
mi piace pensare che è stata soprattutto nostra.
Che poi mi pare giusto impossessarmi di quel bel
locale indiano della prima volta.
avevi mangiato piccante e non ti bastava il mare ,
altro che fiumi ,altro che monti,era nostra la sete!
E' nostra pare pure l'ingegneria,
davamo i numeri,diventavamo complicate funzioni,
incognite,espressioni tristi:suonanti musiche in insalate di matematica.
Ti ricordi della mia prontezza culinaria?
Erano nostre le portate di pesce,
è nostro quel brunch in mongolfiera.
Era vera la nostra pace
Era bugiarda e di qualcun'altro quella guerra
Era finta la tua indifferenza.
E' saccente il mio idealismo
ma,
Potevano esistere tutte queste coglionate.
mi piace pensarla così.
  • Attualmente 4.16667/5 meriti.
4,2/5 meriti (6 voti)

Mi piace per la quotidianità

il 03/11/2016 alle 17:29

Grazie!!

il 03/11/2016 alle 18:00

bella, bohémien, originale.

il 03/11/2016 alle 22:13

Grazie, passo a leggerti :)

il 04/11/2016 alle 09:31

piaciuta :-)

il 04/11/2016 alle 15:13