Pubblicata il 28/09/2001
UNA MENTE VAGANTE

Con la mente stupita
Al risveglio del giorno
prima ancora dell’alba
che tutto riporta alla vita
mi sto ancora chiedendo
perchè ancora una volta
debba sentirmi perplesso
dentro il fluire del tempo.

Può esserci ancora un traguardo esaltante
Che non ti ponga nel dubbio se sia bastante?

Sei preso dal ritmo d’ogni giorno normale,
vorresti in disparte vederlo fluire,
ma senza l’angoscia di sentirti morire!

Con la mente stupita
Nel flusso del giorno
Mi trovo ancora pensoso
Sui tanti problemi di vita
E vago ancora in ricerca
Di risposte meno usuali
Scrutando tutti i risvolti
Di questo eterno fluire.

C’è sempre un anfratto dentro i cuori smarriti
In cui si erge potente un duro anelito e dolce!

Abbandonati al ritmo d’ogni giorno normale
Ritrovati accanto agli altri destini
Non avrai più l’angoscia di stare in disparte!

…… Francesco Gheza … 27 settembre 2001

  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)